Al via i bandi per i contributi 2023 dei settori Arte e Solidarietà

Aperti i primi dieci bandi per assegnare i contributi 2023 nei settori Arte, Attività e Beni Culturali, con scadenza il 21 dicembre, e Volontariato, Filantropia, Beneficenza. Aperta anche una call for proposal dedicata agli enti del terzo settore che si occupano di iniziative volte all’inclusione sociale di detenuti ed ex detenuti con scadenza il 31 gennaio.

Nei settori Arte, Attività e Beni Culturali e Volontariato, Filantropia e Beneficenza da quest’anno il sostegno della Fondazione sarà assegnato sulla base di specifici bandi mirati a sostenere specifiche azioni ed attività pensando soprattutto a coloro che potranno essere i fruitori finali di queste iniziative. Sono infatti undici i bandi dei due settori e a breve saranno presentati anche quelli del settore Educazione, Istruzione e Formazione che, comunque, avranno le stesse caratteristiche. È possibile presentare una sola richiesta di contributo e per presentare domanda occorre essere accreditati, oppure aver completato al 100% la compilazione della propria anagrafica precedentemente inserita.

I 5 bandi del settore Arte, Attività e Beni Culturali scadono il 21 dicembre.

Il bando Spettacolo dal vivo intende contribuire alla realizzazione di programmazioni, stagioni, produzioni, eventi e attività del comparto “spettacolo dal vivo”. Possono applicare a questo bando: soggetti no profit con comprovata esperienza di natura professionale nell’ambito della produzione, promozione, diffusione dello spettacolo dal vivo inteso come (i) teatro, (ii) musica, (iii) danza o (iv) circo contemporaneo.

Il bando Arti Visive sosterrà programmazioni, iniziative, eventi e attività nell’ambito del comparto “arti visive”. Possono applicare a questo bando: soggetti no profit le cui finalità o attività, contemplino esplicitamente la promozione, diffusione e valorizzazione delle arti visive intese come: (i) cinema e audiovisivo, (ii) valorizzazione di pittura, scultura, architettura, disegnofotografia, nuovi media.

Il bando Attività Artistiche e Culturali contribuisce alla realizzazione di programmazioni, iniziative, eventi e attività artistiche e culturali, nell’ambito delle seguenti aree tematiche: storia, tradizioni e cultura locale; poesia e letteratura; attività artistiche in genere. Possono applicare a questo bando: gli enti no profit con comprovata esperienza nell’ambito della valorizzazione, promozione e diffusione di attività artistiche e di divulgazioni di poesia e letteratura, storia, tradizioni e cultura locale.

Il bando Restauro Beni mobili e immobili sosterrà interventi di restauro relativi a beni architettonici e artistici, mobili e immobili, nonché al patrimonio bibliotecario e archivistico di interesse culturale, nell’ottica della relativa valorizzazione, divulgazione e fruizione. Possono applicare a questo bando: gli enti ed Istituti pubblici o privati che siano proprietari o gestori formali dei beni oggetto di restauro.

Con il bando Valorizzazione  MUSEI, BIBLIOTECHE E ARCHIVI la Fondazione CR Firenze intende sostenere le richieste di contributo a favore della promozione e valorizzazione relativi a luoghi della cultura intesi quali: i) Musei, ii) Biblioteche, iii) Archivi storici, nell’ottica della relativa valorizzazione, divulgazione e fruizione. Possono applicare a questo bando: gli enti titolari o soggetti gestori di Musei e luoghi storici, Biblioteche ed Archivi; gli enti no profit con comprovata esperienza in attività di valorizzazione, didattica, mediazione e divulgazione dei luoghi sopra specificati.

Nel settore Volontariato, Filantropia, Beneficenza sono invece cinque i bandi (con scadenza il 23 dicembre) e una call for proposal dedicata a coloro che si occupano di detenuti ed ex detenuti (con scadenza il 31 gennaio).

Il bando Anziani intende garantire un intervento diretto a supporto della terza età, attuando su scala più ampia quelle strategie di supporto al cohousing, alla promozione delle attività di prevenzione, all’assistenza capillare sul territorio, alla telemedicina, all’integrazione fra servizi sanitari e sociali, all’innovazione dell’assistenza domiciliare delle persone non autosufficienti.

Il bando Disabilità Intellettiva sostiene progetti che propongano soluzioni nuove, efficaci e sostenibili per favorire l’inclusione sociale, lo sviluppo delle autonomie e delle abilità personali, la valorizzazione delle capacità di persone con disabilità di questa natura in tutti gli ambiti in cui si articola la vita quotidiana.

Il bando Disabilità motoria e sensoriale offre contributi per progetti che propongano soluzioni nuove, efficaci e sostenibili per favorire l’inclusione sociale, lo sviluppo delle autonomie e delle abilità personali, la valorizzazione delle capacità di persone con disabilità motorie e sensoriali (non di tipo intellettiva perché oggetto di un altro bando della Fondazione) in tutti gli ambiti in cui si articola la vita quotidiana.

Il bando Donne e minori è pensato per il sostegno di organizzazioni che, da un lato, svolgono le attività di assistenza legate alla violenza “di genere” e alle attività di tutela e reinserimento socio-lavorativo delle donne e, dall’altro, sostenere quelle iniziative volte allo sviluppo di azioni di rete e allo sviluppo di attività innovative di accoglienza e tutoraggio di minori non accompagnati.

Il bando Welfare di comunità per progetti in grado di garantire l’assistenza e qualità della vita delle categorie socialmente svantaggiate e la promozione delle attività volte all’integrazione e alla coesione sociale.

Infine la call for proposal “La Fondazione per il Carcere” intende selezionare progetti per la realizzazione di azioni volte all’inclusione sociale di persone detenute ed ex-detenute.

SCOPRI COME PRESENTARE DOMANDA

Menu