Firenze per l’Umbria. La Fondazione CR Firenze in aiuto dell’Umbria per le opere d’arte danneggiate dal terremoto

Una task-force di giovani restauratori fiorentini diplomati dell’Opificio delle Pietre Dure, andrà in Umbria in aiuto della Soprintendenza locale per gli interventi di messa in sicurezza delle opere danneggiate dal terremoto di questa estate. E’ lo scopo del progetto ‘Firenze per la salvezza del patrimonio artistico dell’Umbria’ ideato e sostenuto da Fondazione CR Firenze, Opificio delle Pietre Dure, Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino in collaborazione col Nelson Mandela Forum, in accordo col Segretariato regionale del Mibact per l’Umbria.

Il progetto si inserisce nel nuovo modello di servizio di Fondazione CRF (lo stesso che ha sostenuto la costruzione nel tempo record di 4 settimane di una scuola antisismica a Cittàreale in collaborazione con Unicoop Firenze e Misericordie d’Italia) che vuole fare rete tra istituzioni fiorentine di eccellenza con iniziative di ampio respiro che valorizzano le competenze nate e sviluppate nel capoluogo e che possono essere esportate oltre i confini del territorio di competenza.

Il progetto, per il quale la Fondazione ha stanziato 130.000 euro, prevede per i giovani restauratori un compenso mensile e un forfait per il rimborso spese. La selezione dei restauratori sarà effettuata tramite Bando.

In occasione dell’iniziativa l’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino e i solisti Barbara Frittoli, Anna Maria Chiuri, Massimo Giordano e Carlo Colombara, diretti da Zubin Mehta terranno un concerto mercoledì 14 dicembre alle ore 20 al Nelson Mandela forum (Biglietto unico € 30,00 – Prenotazioni tramite il Box office – Ingresso da Piazza Berlinguer).
Il ricavato sarà totalmente destinato al progetto.

Scarica qui il comunicato dell’iniziativa