Viene conservato a Firenze l’archivio di Ettore Bernabei

I 60 diari per oltre 4.000 pagine saranno catalogate e trascritte dall’Associazione Arcton (Archivi di Cristiani nella Toscana del Novecento) grazie al contributo di Fondazione CR Firenze, Regione Toscana e Comune di Firenze

Viene conservato a Firenze l’archivio di Ettore Bernabei (1921 – 2016), il direttore generale della Rai, fondatore della società di produzione televisiva Lux Vide e figura di primo piano nella vita politica e culturale italiana del secolo scorso. Lo ha annunciato il figlio Marco, a nome di tutta la famiglia, consegnando idealmente la documentazione all’ Associazione ARCTON (Archivi di Cristiani nella Toscana del Novecento) che ne curerà la catalogazione e la trascrizione in collaborazione con la Fondazione Giorgio La Pira. L’ operazione è stata resa possibile dal contributo di Fondazione CR Firenze (di cui Bernabei è stato socio fino alla sua scomparsa), della Regione Toscana e del Comune di Firenze. Oltre ai relatori sono intervenuti il figlio Andrea e la nipote Giulia Minoli e, a sorpresa, è giunto anche il sindaco Dario Nardella che ha voluto complimentarsi con i familiari per la scelta che hanno fatto e che ‘’onora tutta la città’’.

Si tratta di un eccezionale patrimonio di informazioni e commenti su un quarantennio di storia italiana raccolto in una sessantina di diari e in altro materiale per un totale di quasi 4.000 pagine che l’Associazione ARCTOM custodirà nella propria sede presso la Madonnina del Grappa (Via delle Panche 30) con l’assistenza e la collaborazione della Soprintendenza Archivistica per la Toscana. Gli eredi hanno anche chiesto che si possa pubblicare almeno un primo volume entro la fine di quest’anno dato che nel 2021 cade il centenario della nascita di Ettore.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Menu