Una giornata di studio dedicata al mestiere del ‘conoscitore d’arte’

L’evento si terrà venerdì 23 settembre, alle ore 15.00, nell’Auditorium dell’Innovation Center di Fondazione CR Firenze, promosso da Fondazione Federico Zeri con il contributo di Fondazione CR Firenze

Una giornata di studio dedicata a tre straordinari conoscitori d’arte del mondo anglosassone tra Otto e Novecento, Bernard Berenson, Herbert Horne e Roger Fry, è promossa dalla Fondazione Federico Zeri, con il contributo di Fondazione CR Firenze. Si terrà venerdì 23 settembre (ore 15.00-18.00), a Firenze (Auditorium Innovation Center di Fondazione CR Firenze – Lungarno Soderini, 21) a conclusione del seminario di formazione specialistica di quattro giornate (20-23 settembre) destinato a 25 studenti: Il mestiere del conoscitore. Bernard Berenson, Herbert Horne, Roger Fry. Firenze-Londra 1900, idee diverse per una storia dell’arte sulle opere a cura di Elisa Camporeale e Andrea De Marchi, anche questo sostenuto da Fondazione CR Firenze. All’esordio del XX secolo, nell’ambiente londinese e anglo-sassone in genere, in un intreccio fitto di relazioni verso la Toscana e verso gli Stati Uniti, fra ricerche, editoria, fotografia, collezionismo e musei alcuni studiosi straordinari contribuirono a innovare profondamente i metodi e il linguaggio stesso della storia dell’arte, partendo dal mestiere del conoscitore. 

Fra tutti emerse la personalità dominante di Bernard Berenson (1865-1959), ma attorno a lui si sviluppò il confronto serrato con talenti anche assai diversi dal suo, in primis quelli di Herbert Percy Horne (1864-1916) e di Roger Fry (1866-1934). Le lezioni del seminario e i quattro interventi conclusivi di questa giornata intendono rievocare quella congiuntura storiografica, di eccezionale vitalità e complessità, e saggiare inoltre la validità persistente del metodo del ‘conoscitore’, che si confrontava prima di tutto con l’analisi diretta dell’opera d’arte. Il programma prevede i saluti di Gabriele Gori (Direttore Generale di Fondazione CR Firenze) e di Andrea Bacchi (Direttore Fondazione Federico Zeri). E gli interventi di: Keith Christiansen (Curator Emeritus, The Metropolitan Museum of Art), Omaggio ai nostri maestri; Elisa Camporeale (Marist College at Lorenzo de’ Medici Florence), Londra e le prime fotografie di opere d’arte nelle mostre tra Otto e Novecento; Caroline Elam (Warburg Institute, Londra), Berenson, Horne, Fry: il conoscitore, lo storico, il critico; Andrea De Marchi (Università di Firenze), La storia dell’arte, fra filologia ed esegesi: la terza via di Herbert Horne e di Roger Fry. Per partecipare è necessaria la prenotazione. 

PRENOTA

Menu