Un dispositivo contro il fast fashion vince il Campus della Sostenibilità 3

Si è concluso il percorso formativo sulla sostenibilità con 44 studenti delle scuole secondarie di secondo grado promosso da Fondazione CR Firenze. Realizzato un podcast con le voci dei ragazzi intitolato ‘Il Futuro è Già in Ritardo’

Si chiama Eclò ed è un dispositivo per misurare la salute dei capi di abbigliamento e proporre soluzioni sostenibili contro il fast fashion. È l’idea vincitrice della terza edizione del Campus della sostenibilità, iniziativa di Fondazione CR Firenze che ha coinvolto 44 studenti delle terze e quarte degli istituti secondari di secondo grado delle province di Firenze, Arezzo e Grosseto. Il percorso formativo, dedicato alla sostenibilità, in collaborazione con Centered Lab, è durato 9 giorni. Un totale di 63 ore di incontro e confronto, durante le quali i ragazzi hanno potuto lavorare in team allo sviluppo di idee innovative. 

Fra gli altri progetti menzionati, per la capacità di leadership e responsabilizzazione dei giovani in qualità di creatori di informazioni e contenuti è stato premiato il team “L’ultimo spenga la luce” con l’idea di realizzare video coinvolgenti e divertimenti sulla sostenibilità per studenti tra i 14 e 18 anni da pubblicare sui più diffusi social media. Per la miglior soluzione capace di raggiungere giovani con minori opportunità il team “DISTRA” con la progettazione dsi un’app per aiutare utenti con disabilità fisiche a muoversi con i mezzi pubblici. Infine per il premio della “giornata europea delle fondazioni” il team “To bee or not to bee” che ha sviluppato un sistema IoT dedicato agli apicoltori con l’obiettivo di preservare l’habitat naturale delle arnie controllando temperatura, attività delle api e altri parametri. Durante la giornata di chiusura del Campus della Sostenibilità è stato lanciato il podcast “Il Futuro è Già in Ritardo” che raccoglie le voci dei ragazzi e sono stati presentati i progetti dei 10 gruppi.

Menu