Un convegno di studi dedicato a Rosario Romeo

L’eredità storiografica dello storico e politico sarà protagonista di due giornate, 8 e 9 maggio, promosse dalla Fondazione Biblioteche Cassa di Risparmio di Firenze

A poco più di trent’anni dalla scomparsa di Rosario Romeo, la Fondazione Biblioteche Cassa di Risparmio di Firenze promuove una riflessione sulla sua eredità storiografica. L’8 e 9 maggio si terrà il convegno dal titolo ‘Rosario Romeo storico e politico’, presso la sede della Fondazione Biblioteche Cassa di Risparmio di Firenze che, grazie alla donazione della figlia Ilaria, conserva il fondo librario dello studioso. Romeo non fu solo un accademico innovatore nei temi e nelle metodologie, ma anche giornalista e politico. Collaborò con il “Corriere della Sera”, “La Stampa” e il “Giornale nuovo” di Indro Montanelli. Alle elezioni per il Parlamento europeo del 1984 fu candidato ed eletto su proposta del partito repubblicano.

Durante la prima giornata di studi, che comincerà alle ore 10 con il saluto del Presidente della Fondazione Biblioteche Cassa di Rispamio di Firenze Aureliano Benedetti, saranno presenti Guido Pescosolido, il quale presiederà la prima delle sessioni, Sandro Rogari, Cosimo Ceccuti, Roberto Pertici e Antonino De Francesco. Sarà presente inoltre la figlia Ilaria Romeo. Nella sessione pomeridiana presiduta da Cosimo Ceccuti interverranno Marcello Verga, Gian Maria Varanini, Aurelio Musi, John Davis, Luigi Mascilli Migliorini, Michela D’Angelo, Vittorio Vidotto e Giuseppe Sacco. Il 9 maggio, a partire dalle 9.30, si svolgerà l’ultima sessione del convegno presieduta da Sandro Rogari, con Emanuele Bernardi, Giovanni Luigi Fontana, Giustina Manica, Fortunato Minniti, Giuseppe Bedeschi e Luciano Monzali.

La partecipazione è gratuita su prenotazione all’indirizzo eventi@bibliocrf.it, e in omaggio ai partecipanti saranno dati i volumi de ‘La biblioteca di uno storico’ a cura di Francesco Perfetti (Firenze, Polistampa 2004).

Menu