Test rapidi, solo 4 positivi su 3200 esami effettuati nelle scuole

Si è concluso l’operazione di screening massivo per rintracciare il Covid-19 nelle prime classi delle secondarie di primo grado. Salvadori: “Anche trovare un solo caso è stato importante per evitare l’effetto moltiplicatore del virus”

Sono solo 4 i casi di positività (3 bambini e un adulto del personale Ata) su oltre 3.200 test rapidi eseguiti su studenti delle prime classi e personale Ata delle scuole secondarie di primo grado di Firenze: questo il primo bilancio dei test rapidi eseguiti per rilevare la presenza dell’antigene SARS-CoV-2 su tutti gli studenti delle scuole fiorentine, dalla scuola dell’infanzia fino alla secondaria di primo grado.

La vasta operazione di screening, che a oggi ha interessato il 10% della popolazione scolastica e ha l’obiettivo di contrastare la diffusione del Covid-19 e avere un quadro completo sulla popolazione scolastica e aiutare le scuole in questa seconda ondata del Coronavirus, è finanziata da Fondazione CR Firenze e promossa in sinergia con il Comune di Firenze in collaborazione con la Ausl Toscana Centro, la Società della salute di Firenze e l’Ufficio scolastico regionale per la Toscana. Dalla prossima settimana, fino alle vacanze di Natale, i test rapidi saranno fatti nelle scuole primarie e i primi saranno gli studenti delle scuole Sauro e Acciaioli (Istituto comprensivo Galluzzo), Rodari (Istituto comprensivo Ottone Rosai) e Niccolini (Istituto comprensivo Ghiberti).

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Menu