Startup, una nuova piattaforma di ripetizioni online

Fondazione CR Firenze, insieme a Nana Bianca, ha deciso di investire su Schoolr, startup cresciuta nell’ecosistema fiorentino grazie al programma di accelerazione Hubble

Prima c’erano i bigliettini nelle bacheche delle biblioteche o al bar della scuola, oppure le ripetizioni si trovavano grazie al passaparola. Oggi le lacune scolastiche si recuperano online, con più organizzazione, con più trasparenza e spesso anche con più risparmio. Tra le piattaforme che offrono questi servizi startup studio Nana Bianca e Fondazione CR Firenze sostengono Schoolr, cresciuta nell’ecosistema fiorentino grazie al programma di accelerazione Hubble, nato dalla collaborazione pluriennale e consolidata tra Nana Bianca e Fondazione CR Firenze, con la partecipazione della Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione dell’Università degli Studi di Firenze.

Come funziona il sistema di ripetizioni online? Si parte dalla scelta dei tutor che sono selezionati per competenze (laurea garantita), esperienza (almeno due anni di docenza) e capacità di usare le tecnologie utili all’insegnamento. Gli studenti indicano giorno e orari preferiti e poi si va in videoconferenza, utilizzando una lavagna virtuale con registrazione della sessione. Schoolr è nata nel 2019 e può contare oggi su oltre 5.000 tutor selezionati. Negli anni della pandemia gli studenti hanno preso pratica con la didattica a distanza e le lezioni online, ora con l’atteso ritorno in presenza gli stessi strumenti restano nella quotidianità dei ragazzi soprattutto per l’opportunità che danno di personalizzare l’aiuto nello studio.

Menu