Rinascimento Firenze

‘Rinascimento Firenze’: al via il primo bando per l’artigianato artistico

Associazione OMA – Osservatorio dei Mestieri d’Arte, soggetto attuatore del primo dei cinque bandi del progetto, eroga fino a 1 milione a fondo perduto grazie a contributi di scopo di Fondazione CR Firenze, e Intesa Sanpaolo mette a disposizione prestiti d’impatto da 60 a 500 mila euro per singolo beneficiario stanziando fondi per un totale di 5 milioni di euro

Il primo dei bandi del progetto “Rinascimento Firenze”, ideato e promosso da Fondazione CR Firenze ed Intesa Sanpaolo, è destinato al settore dell’artigianato artistico. Parte in questo modo il sostegno delle imprese e delle realtà “no profit” della Città Metropolitana di Firenze che stanno soffrendo per la crisi dovuta al Covid-19. L’Associazione OMA – Osservatorio dei Mestieri d’Arte, come soggetto attuatore, eroga 1 milione di euro a fondo perduto e Intesa Sanpaolo mette a disposizione prestiti d’impatto da 60 a 500 mila euro per singolo soggetto prescelto, per un totale di 5 milioni di euro. Risorse importanti per dare ossigeno alle numerose realtà sane prima della pandemia e che a causa dell’emergenza sanitaria hanno subito un impatto negativo per effetto della contrazione della domanda ed il venir meno dei flussi turistici, volano di sviluppo del territorio locale.

“Rinascimento Firenze” offre l’opportunità di dar vita a progetti di rilancio del settore, da attuarsi nell’arco massimo di 18 mesi, che generino un impatto sociale diretto o indiretto sul territorio. Possono partecipare al primo bando le micro e piccole imprese e le attività economiche sviluppate in forma giuridica “no-profit” con sede nella Città Metropolitana di Firenze che sono state danneggiate dal Covid-19. Ai beneficiari è richiesto un co-investimento per un importo pari al 50% del contributo a fondo perduto, che è proporzionato al progetto e va da 20 a 100 mila euro. I

l prestito d’impatto erogato da Intesa Sanpaolo potrà moltiplicare fino a cinque volte l’importo del contributo a fondo perduto a condizioni agevolate (durata 10 anni, senza garanzie, interessi 0,4% nominali annui con pagamento in unica soluzione alla scadenza del prestito, e rimborso in due soluzioni: il 40% al 5° anno e il restante 60% al 10° anno). Sono ammissibili interventi per rilanciare, riorganizzare, implementare la propria attività e per richiamare il personale dalla cassa integrazione, stabilizzare i contratti di lavoro dipendenti e assumere nuovo personale. Le domande possono essere presentate da lunedì 16 novembre in modalità online sul portale www.rinascimentofirenze.it, all’interno del quale sono anche contenute tutte le informazioni del bando. La scadenza è fissata per l’11 dicembre 2020.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Menu