Presentazione del libro di Andrea Greco e Umberto Tombari ‘Fondazioni 3.0’

Lunedì 14 giugno, alle 18.30, a Villa Bardini e in diretta sul canale YouTube di Fondazione CR Firenze. Assieme agli autori, intervengono Antonio Patuelli, Ferruccio de Bortoli, Giuseppe Morbidelli. Introducono Luigi Salvadori e Jacopo Speranza

Cosa sono le fondazioni di origine bancaria e quale è il loro assetto nell’Italia di oggi in cui il Covid le rende un soggetto ancora più strategicamente importante. Lo racconta il libro di Andrea Greco e Umberto Tombari ‘Fondazioni 3.0. Da banchieri a motori di un nuovo sviluppo’ (Bompiani) che viene presentato lunedì 14 giugno, alle ore 18.30, a Villa Bardini, anche in diretta streaming sul canale YouTube di Fondazione CR Firenze (per seguire la diretta clicca qui). Oltre agli autori, intervengono il Presidente Abi Antonio Patuelli, l’editorialista del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli, il Professore Emerito di Diritto Amministrativo nell’Università Sapienza di Roma e Presidente della Fondazione Cesifin Giuseppe Morbidelli. Introducono l’ incontro, condotto dalla giornalista Silvia Ognibene, i Presidenti di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori e di Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron Jacopo Speranza.

Il volume sottolinea come le Fondazioni siano oggi ad un bivio storico a 30 anni dalla legge Amato che le generò, e a 20 dalla legge Ciampi che ne chiarì la cornice istituzionale e la missione aprendo il loro secondo ciclo. La prima generazione dei ‘fondatori’ ha infatti lasciato o sta lasciando le cariche ai vertici, mentre diventa imperativo darsi una nuova e più moderna missione per amplificare l’impatto sull’economia italiana. Il libro aiuta a comprendere questo passaggio così importante spiegando, al tempo stesso, cosa sono le Fondazioni di origine bancaria, un soggetto misterioso e spesso poco noto ai non addetti ai lavori. Prova anche a immaginare il ruolo che questi ‘corpi intermedi’ possono e dovrebbero svolgere nel futuro del Paese. In questa prospettiva sono analizzati gli esiti del tortuoso percorso normativo che ha interessato le Fondazioni, cercando le pratiche migliori da adottare in tutto il settore che ha avanguardie solide e agguerrite a fianco di enti che fanno più fatica a cogliere le sfide del presente.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Menu