Il mondo delle piante insegna l’innovazione sociale

Carlo Petrini e Stefano Mancuso aprono gli incontri del master ‘Futuro vegetale’ (9 febbraio, ore 18.15 – Cinema Odeon)

Saranno Carlo Petrini, il fondatore di ‘Slow Food’, e Stefano Mancuso, scienziato di prestigio mondiale, a tenere la prima conferenza del ciclo di incontri promossi in occasione del lancio di ‘Futuro vegetale’, il primo master in cui le piante diventano protagoniste dell’innovazione tecnologica e sociale del futuro. Il master, promosso e sostenuto da Fondazione CR Firenze con l’Università degli studi di Firenze, comincerà il 2 marzo e le domande di ammissione potranno essere presentate entro questa data fino ad esaurimento posti.

‘Futuro vegetale’ è un master universitario di primo livello affiancato da un ciclo di incontri di esperti della materia, aperti alla cittadinanza. L’intento dell’iniziativa è formare professionisti, capaci di concretizzare una visione innovativa del rapporto tra mondo vegetale, dinamiche sociali, materiali e spazio progettato e abitato, ma anche informare il pubblico sulle nuove forme del rapporto tra l’uomo e l’ambiente in cui vive, tenendo conto delle sfide economiche, sociali e abitative del presente.

Gli altri appuntamenti vedranno la partecipazione di Stefano Boeri (venerdì 23 febbraio alle ore 18:15 al Teatro Niccolini), Roberto Zibetti (spettacolo teatrale ‘Gerusalemme Unplugged. Note, voce e parole da Torquato Tasso’, venerdì 9 marzo alle ore 20:45 al Teatro Niccolini), Aldo Cibic (venerdì 6 aprile alle ore 18:15 in sede da definire) e Fritjof Capra (sabato 5 maggio alle ore 18:15 in sede da definire).

INFORMAZIONI
Ingresso alle conferenze libero con prenotazione obbligatoria
Tel. + 39 055 5384348
Sul master Futuro vegetale leggi anche qui

SCARICA IL COMUNICATO

Menu