Rinascimento Firenze

L’ultimo dei bandi di ‘Rinascimento Firenze’ dedicato all’Agroindustria

Nove milioni di euro a disposizione per micro e piccole imprese: 1,5 milioni di euro di contributi di scopo a fondo perduto da Fondazione CR Firenze, erogati dal soggetto attuatore Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione (FRI). Da Intesa Sanpaolo mette a disposizione prestiti d’impatto, a tassi agevolati e senza garanzie, per un totale di 7,5 milioni di euro. Le domande possono essere presentate dal 16 settembre al 17 ottobre  

È destinato alle micro e piccole imprese del settore dell’Agroindustria il quinto e ultimo bando, del valore complessivo di nove milioni di euro, che completa il programma “Rinascimento Firenze” ideato e promosso da Fondazione CR Firenze e da Intesa Sanpaolo. Il progetto mira ad immettere sul territorio complessivamente 60 milioni di euro con lo scopo di dare ossigeno ai comparti più caratteristici dell’identità cittadina particolarmente colpiti dalla crisi generata dalla pandemia ed ha interessato in precedenza i seguenti settori: artigianato artistico, turismo e filiera culturale, moda e lifestyle, start up innovative e tecnologia. E’ dunque un progetto innovativo di economia civile con un’alta valenza sociale che ha, tra i suoi molteplici scopi, anche quello di consentire il mantenimento dei posti di lavoro e, se possibile, incrementarli rilanciando l’occupazione e assicurare il mantenimento sul territorio di un sistema economico sano e propositivo di nuove attività imprenditoriali.

Le risorse richieste andranno a supportare progetti di continuità e di rilancio da attuarsi nell’arco massimo di 18 mesi, in grado di generare un impatto sociale diretto o indiretto sul territorio. Ai beneficiari è richiesto un co-investimento per un importo pari al 50% del contributo a fondo perduto, che è proporzionato al progetto e va da un minimo di 20.000 a un massimo di 100.000 euro. Il prestito d’impatto erogato da Intesa Sanpaolo potrà moltiplicare fino a cinque volte il fondo perduto ed avrà condizioni agevolate (assenza di garanzie, tasso d’interesse del 0,4% con pagamento degli interessi in un’unica soluzione alla scadenza del prestito e rimborso del capitale in due tranche al 5° e 10° anno). Sono ammissibili interventi per rilanciare, riorganizzare, implementare la propria attività e per richiamare il personale dalla cassa integrazione, stabilizzare i contratti di lavoro dipendenti e assumere nuovo personale. Le domande possono essere presentate dal 16 settembre, esclusivamente in modalità online, sul portale www.rinascimentofirenze.it all’interno del quale sono anche contenute tutte le informazioni del bando. La scadenza è il 17 ottobre.

LEGGI TUTTO IL COMUNICATO STAMPA

Menu