Lo ‘scivolo’ di Holler e Mancuso a Palazzo Strozzi

Un grande esperimento che unisce arte e scienza studiando l’interazione tra piante ed esseri umani

L’installazione ‘The Florence Experiment’, a Palazzo Strozzi (fino al 26 agosto), è un progetto ideato dal celebre artista tedesco Carsten Höller, celebre per la sua riflessione a cavallo tra arte, scienza e tecnologia, e dal neurobiologo vegetale Stefano Mancuso, studioso dell’intelligenza delle piante, analizzate come esseri complessi e in grado di comunicare con l’ambiente esterno.

Il progetto prevede che ogni settimana 500 persone,  scelte  in maniera  casuale, intraprenderanno la discesa dei due grandi scivoli montati nel cortile del palazzo, portando con sé una pianta di fagiolo e la consegneranno in Strozzina a un team di scienziati che ne analizzerà i parametri fotosintetici e le molecole emesse come reazione alla discesa e alla vicinanza a una persona sottoposta alla medesima esperienza.
Inoltre negli spazi della Strozzina sono allestite due speciali sale cinematografiche, con proiezioni rispettivamente di scene di film horror e comici. La paura o il divertimento dei visitatori produrranno composti chimici volatili differenti che, attraverso due condotti di aspirazione, saranno trasportati sulla facciata di  Palazzo Strozzi, influenzando la crescita di piante di glicine rampicanti appositamente disposte su grandi strutture tubolari e creando una sorta di grafico vegetale che illustra l’interazione tra le emozioni umane e il comportamento delle piante.

Una  riflessione moderna sul concetto di ecologia  e sul rapporto tra Uomo e Natura, quindi, che coinvolge direttamente il pubblico.

Il progetto è promosso e organizzato da Fondazione Palazzo Strozzi con il sostegno di Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Associazione Partners Palazzo Strozzi, Regione Toscana e col fondamentale contributo di Fondazione CR Firenze.

SCARICA IL COMUNICATO

Menu