L’informatica per la medicina: nasce il Master in Biomedicina computazionale

Grazie al sostegno di Fondazione CR Firenze, sono attivi all’Università di Firenze il nuovo master di II livello e un corso di perfezionamento in Biomedicina computazionale

Il legame fra informatica e medicina sta diventando sempre più strategico. L’applicazione dei metodi informatici all’indagine su fenomeni biologici – ad esempio attraverso l’analisi dei dati del sequenziamento del DNA – ha consentito importanti sviluppi nella conoscenza di malattie comuni o ereditarie, così come nello studio dei tumori. È la frontiera della medicina di precisione, che permette trattamenti farmacologici mirati.

In questo ambito nascono all’Università di Firenze, con il fondamentale sostegno di Fondazione CR Firenze, un master di II livello e un corso di perfezionamento in Biomedicina computazionale.
I due nuovi percorsi formativi – frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Medicina sperimentale e clinica diretto da Francesco Annunziato, il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione diretto da Enrico Vicario e la Scuola di Scienze della Salute Umana presieduta da Betti Giusti – hanno l’obiettivo di fornire agli studenti le basi teoriche e pratiche dei principali metodi sperimentali alla base della medicina di precisione.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Menu