La raccolta #SOSTIENIUNINFERMIERE raggiunge l’obiettivo di 50 mila euro

Terminata la campagna di crowdfunding a favore degli operatori sanitari arrivati a Firenze per l’emergenza COVID-19, grazie a 553 donatori e al raddoppio di Fondazione CR Firenze una volta raggiunta la soglia di 20 mila euro

Dopo soli nove giorni, la campagna di crowdfunding “#SOSTIENIUNINFERMIERE: a Firenze la solidarietà si diffonde più veloce del virus” termina con il raggiungimento di un grande obiettivo: 50 mila euro in donazioni per aiutare gli infermieri arrivati a Firenze per l’emergenza COVID-19. In soli quattro giorni sono stati raggiunti 20 mila euro nella piattaforma GoFundMe.com (gofundme.com/f/sostieniuninfermiere), soglia che ha fatto scattare il raddoppio della cifra raggiunta da parte di Fondazione CR Firenze. L’iniziativa è stata ideata da Fondazione Claudio Ciai, promossa e sostenuta da Fondazione CR Firenze, in collaborazione con Siamosolidali e Feel Crowd, con il patrocinio del Comune di Firenze. Una risposta all’appello, arrivato dall’Ordine Interprovinciale delle Professioni Infermieristiche di Firenze e Pistoia, per accogliere questi professionisti.

Sono stati ben 553 i donatori a livello locale, nazionale ed internazionale. L’iniziativa è stata inoltre aperta alle associazioni della rete di Siamosolidali. Alcune di queste hanno svolto una donazione all’iniziativa altre invece si sono rese disponibili a sostenere la campagna mettendosi in prima linea per la promozione e l’attivazione delle proprie comunità: Noi per Voi, Telefono Voce Amica Firenze, Pianeta Elisa Onlus, La Nuova Pippolese. La campagna ha inoltre beneficiato del coinvolgimento delle Orchestre della Città Incantata: Maggio Musicale Fiorentino, Scuola di Musica di Fiesole, Conservatorio Cherubini e Orchestra da Camera Fiorentina, che hanno sostenuto l’iniziativa con selfie e post sui social in occasione dei loro concerti da casa. All’enorme catena social con l’hashtag #SostieniUnInfermiere hanno partecipato molte personalità note a livello locale, nazionale e internazionale.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Menu