Giardino delle Imprese Firenze
II Edizione – 2019

La seconda edizione fiorentina del Giardino delle imprese – Scuola informale di cultura imprenditoriale – è un progetto gratuito di alta formazione che promuove le cosiddette soft skills, che comprendono le competenze personali e le capabilities, cioè le capacità individuali, le propensioni e i talenti intellettivi spendibili in qualsiasi contesto lavorativo.

Grazie alla tematica portante di questa seconda edizione fiorentina del progetto, cioè la sostenibilità ambientale in tutte le sue sfaccettature, le ragazze ei ragazzi hanno potuto mettersi alla prova con le nuove tecnologie e con temi caldi come l’economia circolare e la tutela dell’ambiente, affrontando un percorso pratico che simula una vera e propria esperienza lavorativa.

L’iniziativa è promossa e sostenuta da Fondazione CR Firenze e da Fondazione Golinelli, in collaborazione con l’Istituto Europeo di Design (IED-Firenze) e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana.

Sono 28 gli studenti di 12 scuole secondarie di II grado di Firenze, Grosseto e rispettive province che dal 17 giugno al 12 settembre hanno allenato le “soft skills” necessarie per poter davvero cambiare le regole del gioco nell’affrontare le sfide ambientali e climatiche e per sviluppare le proprie idee in modo curioso e appassionato, ma anche concreto e metodico.

Il 13 settembre in occasione dell’evento conclusivo i ragazzi, organizzati in 6 gruppi, hanno presentato le proposte elaborate durante il percorso ad una Commissione di Valutazione. Sono 4 i gruppi e i progetti premiati:

1° classificato: progetto BB-Bottle. E’ stato sviluppato dal Gruppo Genus che ha pensato al problema dello spreco di bottiglie e di liquidi durante gli eventi all’aperto ideando un contenitore in silicone che si può ripiegare come un bracciale e indossare, una volta pieno, come un marsupio.

2° classificato: progetto Safety. Il gruppo Phico ha ideato un navigatore per chi usa la bicicletta, dotato di una app e di un braccialetto elettronico che raccolgono segnalazioni da parte degli utenti su buche, incidenti e ingorghi.

3° classificato: progetto Take-It. Il Gruppo LIL ha sviluppato un’applicazione che permette di donare/ricevere oggetti ingombranti ancora funzionanti al fine di evitare che diventino rifiuti, prevedendo anche il trasporto degli stessi.

Una menzione particolare che gli permette di proseguire l’iter formativo, senza ricevere il finanziamento, è andata anche al progetto Sui Generis del gruppo Lunibix che ha pensato ad un “ristorante circolare” nel quale nessun alimento diventa rifiuto e tutto viene riutilizzato.

Per informazioni
Telefono: 055 5384 011
Mail: educazione@fondazionecrfirenze.it

Menu