I giovani accorciano i tempi per le cause civili

Si chiude il primo periodo di attuazione del progetto “Giustizia semplice’ che mette laureati borsisti al fianco dei giudici, promosso dalla Metrocittà con il Tribunale, l’Università di Firenze, la Camera di Commercio con il sostegno di Fondazione CR Firenze

Da febbraio 2018 a gennaio 2019, grazie al supporto di sette laureati borsisti sono state possibili 1160 mediazioni in cause civili nella Metrocittà. E’ il risultato del primo periodo di attuazione del progetto ‘Giustizia semplice’. Grazie ad esso 7 laureati in Giurisprudenza a Firenze – con competenze specifiche in mediazione dei conflitti acquisite nel corso di laurea e in corsi post lauream – hanno affiancato 20 giudici della Terza Sezione civile e del Tribunale imprese. Considerati i brillanti esiti del progetto, i partner finanziatori hanno deciso di investire in un nuovo anno di attività.

Si è giunti alla definizione del progetto “Giustizia semplice” grazie al lavoro portato avanti dalla Metrocittà con il Tribunale, l’Università di Firenze, la Camera di Commercio e il sostegno di Fondazione CR Firenze. Questo ed il progetto parallelo “Giustizia di Prossimità”, nell’aggiornamento del Piano strategico metropolitano, rappresentano azioni fondamentali per dare operatività alla strategia dell’accessibilità al sistema della governance metropolitana. Essi sono finalizzati rispettivamente all’implementazione delle procedure di invio in mediazione delle parti in lite e a garantire la presenza sul territorio di punti di contatto e accesso al sistema giudiziario, quale concretizzazione dell’idea della giustizia come bene che deve essere presente sul territorio.

Menu