Housing sociale, un bando per assegnare 66 alloggi al ‘Casone’

Gli appartamenti ad affitto calmierato arrivano sul mercato grazie all’investimento del Fondo Housing Toscano, di cui Fondazione CR Firenze è il secondo investitore (preceduta da CDP)

Sessantasei nuovi alloggi di social housing, ad affitto calmierato, in via dell’Osteria (angolo via Pistoiese) saranno presto disponibili per le famiglie e i nuclei appartenenti alla cosiddetta ‘fascia grigia’, ovvero a persone che non hanno i requisiti di accesso per gli alloggi erp, ma che hanno comunque difficoltà a reperire alloggi sul libero mercato. Gli alloggi, di proprietà di Investire SGR Spa, saranno destinati anche a favorire l’autonomia e l’indipendenza di giovani coppie. L’intervento sull’immobile, acquistato all’asta da Investire Sgr per conto del Fondo Housing Toscano, prevede un investimento complessivo per circa 10 milioni di euro. Il Fondo Housing Toscano ha raccolto sottoscrizioni da Cassa Depositi e Prestiti Investimenti Sgr, dalla Regione Toscana, da Fondazioni di origine bancaria (in primis la Fondazione CR Firenze) per complessivi 143 milioni per interventi di housing sociale da realizzare nel territorio regionale.

L’edificio di via dell’Osteria è disposto su 4 piani ed è suddiviso in appartamenti di dimensioni diverse e comprende un’autorimessa al piano interrato e 17 posti auto esterni. Le opere di urbanizzazione (parco pubblico e parcheggi) sono già state realizzate e consegnate al Comune. I lavori relativi all’edificio sono ormai nella fase conclusiva e saranno terminati nei prossimi mesi. Il bando, che sarà pubblicato solo on line sulla Rete civica del Comune (www.comune.fi.it) a partire da lunedì prossimo 27 gennaio, è stato presentato in via dell’Osteria dall’assessore alla Casa Andrea Vannucci, dalla referente per Fondazione CR Firenze Chiara Mannoni e da Stefano Tossani, presidente di Abitare Toscana gestore sociale degli alloggi su incarico del Fondo Housing Toscano. Il bando resterà aperto fino al 25 febbraio. I canoni sono disciplinati dall’accordo integrativo sottoscritto tra Investire SGR e le organizzazioni sindacali più rappresentative sul territorio. Il canone annuo di locazione dell’alloggio non può superare il 30% del reddito lordo totale del nucleo familiare.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Menu