Collezione d’Arte
della Fondazione CR Firenze

La Fondazione CR Firenze possiede una raccolta d’opere d’arte di significativo pregio, costituita da dipinti di autori vari che coprono un periodo che va dal Trecento al Novecento: dai maestri antichi, come Giotto e Mariotto di Nardo, agli artisti rinascimentali, come Filippino Lippi e Giorgio Vasari, dai pittori macchiaioli e naturalisti, come Giovanni Fattori e Odoardo Borrani, ai protagonisti del Novecento, come Giovanni Colacicchi e Primo Conti, senza tralasciare la serie di vedute di Firenze eseguite tra il XVII e il XIX secolo.

Nell’ottica di una completa e necessaria valorizzazione del proprio patrimonio artistico, Fondazione CR Firenze ha avviato un progetto interamente volto alla conservazione e alla fruizione della propria collezione. Tale programma, oltre portare al censimento dell’intera collezione, ha contribuito alla realizzazione di un database consultabile on-line sul sito R’Accolte.

E’ inoltre attivo il programma IN COLLEZIONE, una serie di attività e di iniziative volte a far conoscere al pubblico una collezione di grande valore che appartiene alla storia della Fondazione ma soprattutto a quella di Firenze, della Toscana e di tutti i cittadini.
Molte delle attività sono dedicate a bambini, famiglie e pubblici speciali con l’intento di avvicinare la comunità all’attività della Fondazione attraverso la cultura e la bellezza.

Avventure…In Collezione!
Giochi, proposte e attività dedicate ai bambini

Video da guardare, materiali da scaricare, disegni da inventare e colorare, tutti ispirati ad alcune delle più preziose opere d’arte della nostra Collezione. Attività didattiche, creative ed educative dedicate ai bambini e alle loro famiglie.

SCOPRI DI PIU’

Dialoghi….In Collezione.
L’arte per l’inclusione sociale e il dialogo tra culture

Attività, video e contenuti per promuovere, attraverso la nostra Collezione d’arte, i temi del dialogo e della pluralità delle culture per contribuire al raggiungimento dell’inclusione sociale e della partecipazione culturale.

SCOPRI DI PIU’

Un percorso d’arte dal XIII al XX secolo.
La Collezione d’arte aperta alla comunità

Momentaneamente sospese a causa delle restrizioni da Covid-19, dal 2016 la parte più preziosa della Collezione d’arte di Fondazione CR Firenze è aperta al pubblico, per condividere con la comunità un patrimonio di bellezza e di storia. La collezione è visitabile solo su prenotazione, un fine settimana al mese, con ingresso e visite guidate gratuiti.

SCOPRI DI PIU’

Gallery

Giovanni Fattori - Ritratto femminile di profilo sinistro - L'inglesina
Thomas Patch - Veduta di Firenze da Bellosguardo
Lorenzo Gelati - L'Arno a San Niccolò con il bagno delle donne e panni stesi al sole
Gaspar Van Wittel - Veduta dell'Oltrarno di Firenze dalle Cascine
Francesco Furini - Giuditta e la fantesca nella tenda di Oloferne
Francesco Botticini - Madonna che adora Gesù bambino in un paesaggio
Pietro di Cristoforo Vannucci, detto il Perugino - Cristo sul sepolcro fra la Madonna, Nicodemo e la Maddalena
Filippino Lippi - Madonna con Bambino e angeli
Giotto di Bondone - San Francesco
Giotto di Bondone - San Giovanni Battista
Carlo Canella - Piazza della Signoria dalla Loggia dei Lanzi.
Lorenzo Gelati, L'Arno alla pescaia di San Niccolò al tramonto (1860)
Carlo Canella, Veduta di piazza della Signoria dalla Loggia dei Lanzi (1847)
Giovanni Signorini, Veduta di Firenze con il fiume Arno da Ponte Vecchio verso Pont (1844)
Thomas Patch, Veduta di Firenze con il fiume Arno agli Uffizi durante il carnevale (1744)
Thomas Patch, Veduta di Firenze con il fiume Arno al ponte Santa Trinita (1769)
Giuseppe Zocchi, Piazza San Firenze (1744)
Guido Di Pietro, detto il Beato Angelico - Santo domenicano.
Gaspar van Wittel, Veduta di Firenze con il fiume Arno alla pescaia di San Niccolò
Gaspar van Wittel, Veduta di Firenze con il fiume Arno alle Cascine (sec. XVIII)
Pandolfo Reschi, Veduta di Firenze con il fiume Arno alle Cascine (1675_79)
Primo Conti, Ritratto di uomo con fiasco e bicchiere (1915).jpg
Felice Casorati, La Vestale - Atto I (1933)
Amalia Mecherini, La banca dei poveri (1924). Una delle opere allestite a pian terreno
Giovanni Fattori_Buoi al pascolo (1886)
Odoardo Borrani, Il richiamo del contingente (1869)
Eugenio Cecconi_La lacciaia_1879
Maestro del Figlio Prodigo, Pietà (sec. XVI)
Giorgio Vasari, La Virtù o Premio(1569_72)
Giorgio Vasari, La Grazia o Lume divino(1569_72)
Giorgio Vasari, L'Onore o Marte(1569_72)
Giorgio Vasari, La Fortuna (1569_72)
Perugino, Compianto su Cristo morto (1497)
Filippino Lippi, Madonna col Bambino e angeli_1485-1486
Paolo Schiavo, Madonna col Bambino in trono (1430_1440)
Jacopo del Casentino; Annunciazione, Crocifissione; Stigmate di san Francesco (sec. XIV)
Giorgio Vasari - San Donato
Gherardo Starnina, San Giovanni evangelista (sec XIV)
Menu