Dopo 24 anni riaprono ‘I Fraticini’ con 60 posti letto per pazienti Covid-19

I lavori di ripristino dell’ospedale sono stati effettuati grazie al contributo della Fondazione CR Firenze e della Salvatore Ferragamo S.p.A. Due reparti dell’ex Ospedale “I Fraticini” sono stati adeguati e arredati per rispondere all’emergenza sanitaria in atto

È nuovamente attivo, dopo 24 anni, in via dei Massoni 21, il rinnovato Ospedale de ‘I Fraticini’, con i primi 60 posti letto messi a disposizione di USL Toscana Centro e AOU Careggi per ospitare pazienti CoViD-19, o con sintomatologie che prevedano quarantena. L’iniziativa, realizzata con il contributo di Fondazione CR Firenze, e della Salvatore Ferragamo Spa prevede l’adeguamento e l’arredo del vecchio plesso ospedaliero, dismesso dall’INCRA nel 1996. 

I due reparti di cure per pazienti in fase post-acuta si inseriscono nelle indicazioni date dal Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e dall’Assessore Stefania Saccardi, per sostenere il carico di accessi ospedalieri e per assicurare a ciascun paziente la struttura e le cure più idonee. Trasferendo i pazienti in fase post-acuta, infatti, si permette agli ospedali di primo intervento di concentrare le proprie risorse sui casi acuti e, al contempo, si assicura una continuità assistenziale ai pazienti trasferiti. I degenti della struttura avranno infatti 2 medici, 15 infermieri e 14 oss dedicati alla cura dei reparti.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Menu