Dodici giovani musicisti accompagnati alla carriera professionale

Sono i vincitori di “Attraverso i Suoni – A.Gi.Mus. Sistema Futuro”, il nuovo progetto di Fondazione CR Firenze e A.Gi.Mus Firenze, Arezzo e Grosseto. Per loro un tour, un cachet e benefits

Dodici musicisti e formazioni da camera di età compresa tra i 18 e i 30 anni, provenienti dalle province di Firenze, Arezzo e Grosseto, iniziano un percorso per la costruzione della propria carriera nel mondo della musica. Sono i vincitori della prima edizione di “Attraverso i Suoni – A.Gi.Mus. Sistema Futuro”, il nuovoprogetto di A.Gi.Mus Firenze, Arezzo e Grosseto e Fondazione CR Firenze, unico nel suo genere, ideato sotto la direzione artistica di Luca Provenzani (Presidente di A.Gi.Mus. Firenze e primo violoncello dell’Orchestra della Toscana) e Gloria Mazzi (pianista e Presidente di A.Gi.Mus. Grosseto).

Le audizioni di concorso si sono svolte all’Auditorium della Fondazione CR Firenze, lo scorso fine settimana, e hanno visto la partecipazione di quaranta soggetti artistici.  Sono risultati vincitori: il Quartetto Cherubini (quartetto di sassofoni), il Trio Sheliak e il Trio Ad Libitum (entrambi violino, violoncello e pianoforte), PassiSparsi Ensemble (quartetto vocale) il Trio Emma Longo, Francesca Sofia Presentini, Mattia Amato (due flauti e pianoforte), il chitarrista Francesco De Luca, la violoncellista Maria Salvatori, l’arpista Elena Gaia Maria Castini e i pianisti Rosamaria Macaluso, Jacopo Mai, Sara De Santis e Simone Librale. Varia la provenienza delle formazioni selezionate, sette delle quali arrivano dall’area di Firenze, tre da quella di Grosseto e due da quella di Arezzo.

I dodici vincitori saranno scritturati da A.Gi.Mus. per un anno. Ad ogni gruppo o solista sarà riconosciuto un premio di 5.000 € che sarà suddiviso in cachet e benefits. I cachet sono quelli per le esibizioni dal vivo: nel corso dell’anno, ai giovani vincitori di “Attraverso i Suoni”, saranno offerti almeno quattro concerti in Regione e uno sul territorio nazionale, in prestigiose sale da concerto. I benefits, invece, sono strumenti preziosi, che grazie al progetto riceveranno gratuitamente, per avviare la loro carriera: spazi internet, un book fotografico professionale, un percorso di tutoraggio con una nota agenzia italiana, cura delle pagine social, incontri con direttori artistici e musicisti di chiara fama, master e lezioni individuali.  

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA

Menu