Coronavirus: arrivato a Firenze il primo stock di 200.000 mascherine

Il materiale è stato acquistato dalla Fondazione nell’ambito di un primo stanziamento di 3,2 milioni di euro per far fronte all’emergenza sanitaria. Le mascherine saranno distribuite dalla Regione Toscana in base alle urgenze sul territorio

Arrivato a Firenze il primo stock di mascherine per l’emergenza sanitaria provocata dal coronavirus, acquistate nei giorni scorsi da Fondazione CR Firenze. Il materiale proveniente dalla città di Guang-Zhou, in Cina, è stato portato in camion alla Dogana dello Scalo di Peretola dall’aeroporto di Malpensa. Del carico, di circa cinque quintali, fanno parte le prime 200.000 mascherine di tipo FFP2 che la Fondazione ha ordinato per donarle, in parte, al Terzo Settore e, il restante, per trasferirle alla Regione Toscana perché le distribuisca in base alle maggiori urgenze del territorio e 120.000 mascherine, sempre dello stesso tipo, acquistate da Unicoop Firenze per il proprio personale.

Il materiale è stato acquistato dalla Fondazione nell’ambito di un primo stanziamento di 3,2 milioni di euro per far fronte all’emergenza sanitaria, deliberato giorni fa dal Consiglio di Amministrazione e poi ratificato dal Comitato di Indirizzo. Dopo questa spedizione ne sono in arrivo a Firenze altre due per complessivi 10 milioni di mascherine chirurgiche, anch’esse in parte per la Regione Toscana nonché per la successiva donazione al Terzo Settore, e 42 respiratori: 36 sono stati acquistati da Fondazione CR Firenze, gli altri da Toscana Aeroporti e dagli Amici del Pronto Soccorso di Careggi e saranno tutti distribuiti dalla Regione Toscana a tutti i reparti di terapia intensiva degli ospedali della regione.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Menu