Casa Marta, posata la prima pietra del nuovo hospice pediatrico

La struttura, che sarà realizzata con il contributo di Fondazione CR Firenze, è destinata ad accogliere i bambini che necessitano di cure palliative e i loro familiari. È la prima in Toscana, sarà completata nel 2023 e avviata nel 2024

Posata la prima pietra di Casa Marta, il primo hospice pediatrico della Toscana, destinato ad accogliere i bambini che necessitano di cure palliative e i loro familiari. L’ambizioso progetto di ristrutturazione dell’edificio, situato in Via Cosimo il Vecchio, è sostenuto dalla Fondazione Casa Marta con il contributo di Fondazione CR Firenze. La struttura sorgerà all’interno della ex-Casa Benelli, messa a disposizione dalla Fondazione Solidarietà Caritas onlus. Azienda ospedaliero-universitaria Meyer e Regione Toscana sono main partner del progetto

Il suo completamento è previsto entro la fine del 2023, nel 2024 l’avvio. Il cuore del progetto – che si estende su 500mq – saranno le unità abitative: veri e propri monolocali indipendenti, pensati in modo da creare un ambiente confortevole e familiare, e corredati da spazi comuni, destinati alle attività di supporto e alla convivialità, quali una biblioteca, la stanza della musica e uno spazio destinato allo psicodramma. Un ampio giardino terapeutico di 930 mq circonda tutta la struttura e sarà fruibile 365 giorni all’anno grazie ad una pergola bioclimatica che percorre i perimetri dell’edificio. Casa Marta sarà il primo hospice pediatrico della Regione Toscana, il ponte ideale tra l’ospedale e il domicilio, destinato a brevi soggiorni di bambini con patologie cronico-complesse e malattie inguaribili. La struttura potrà ospitare anche bambini nelle fasi più critiche della malattia, offrendo l’assistenza medico infermieristico necessaria a garanzia della migliore qualità di vita possibile ed offrendo alle famiglie un adeguato sostegno psicologico.

Menu