Bill Viola al Museo della Collegiata di Empoli

L’iniziativa si deve al ‘Fuorimostra’ di Bill Viola. Rinascimento elettronico, promosso nell’ambito del progetto Piccoli Grandi Musei proprio in occasione dell’omonima mostra fiorentina ospitata a Palazzo Strozzi

Una celebre video installazione di Bill Viola, Sharon, verrà ospitata dal Museo della Collegiata di Empoli fino al 23 luglio. Sharon, parte della celebre serie dei “ritratti acquatici” del maestro, è esposta nel luogo che abitualmente accoglie il Cristo in Pietà  di Masolino (momentaneamente esposto a Palazzo Strozzi) e rappresenta una figura femminile ripresa dall’alto, immersa nell’acqua, con gli occhi chiusi e in una suggestiva atmosfera di sospensione del tempo e dello spazio.

Il confronto tra Bill Viola e Masolino si riproporrà nuovamente il 27 luglio con l’arrivo al Palazzo Pretorio di Emergence (2002), videoinstallazione attualmente esposta a Palazzo Strozzi, che rimarrà poi ad Empoli fino a dicembre 2017, a pochi metri di distanza dalla Pietà di Masolino cui si ispira.

Bill Viola fu colpito dall’opera di Masolino pubblicata su un libro di storia dell’arte e decise di rivisitarla, aggiungendo il movimento e l’acqua, elemento caratterizzante del suo linguaggio artistico. Fondamentale per tutta l’arte di Bill Viola è, infatti, il rapporto con l’arte del Rinascimento e in particolare con Pontormo e Masolino da Panicale, due artisti che a Empoli sono legati per nascita o per avervi più volte lavorato, che sono stati modelli per le sue celebri opere The Greeting e Emergence, appunto, entrambe visibili, grazie alla mostra a Palazzo Strozzi, in diretto dialogo con la Visitazione di Pontormo proveniente da Carmignano e il Cristo in Pietà di Masolino del Museo del Collegiata di Sant’Andrea a Empoli.

Menu