#Bevisenzaplastica in 11 istituti della Città Metropolitana di Firenze

Grazie a Fondazione CR Firenze saranno installati 18 fontanelli che forniranno acqua gratis a 11.500 studenti. Donate da publiacqua borracce metalliche per tutti gli iscritti

Dal prossimo anno scolastico 11.500 studenti di 11 scuole della Città Metropolitana di Firenze potranno bere acqua gratuitamente, grazie all’installazione di 18 fontanelli. È il progetto #Bevisenzaplastica ideato da Fondazione CR Firenze e realizzato con Publiacqua, Città Metropolitana di Firenze e Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana. Inoltre, a tutti gli alunni saranno donate delle borracce per poter prendere l’acqua dagli erogatori.  

Il progetto, già sperimentato da Fondazione CR Firenze con Acquedotto del Fiora lo scorso anno, nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado di Grosseto e provincia, arriva nella Città Metropolitana di Firenze con l’obiettivo di contenere l’uso della plastica per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente. Rispetto per l’ambiente che va nella direzione di uno sviluppo più sostenibile dei territori. Tutti valori che vengono promossi proprio nelle scuole, dove i ragazzi possono essere educati a una crescita più consapevole rispetto al consumo della risorsa idrica.   

I fontanelli, sostenuti da Fondazione CR Firenze, saranno installati in 11 istituti secondari di secondo grado: Liceo Galileo, Liceo Pascoli, Istituto Calamandrei, Istituto Peano, Istituto Saffi, Istituto Gramsci, Istituto Castelnuovo, Istituto Gobetti/Volta, Istituto Russell Newton, ITIS Meucci e IIS Cellini. Le migliaia di studenti interessati all’iniziativa riceveranno in omaggio delle borracce, messe a disposizione da Publiacqua, società che già dal 2019 distribuisce gratuitamente borracce metalliche agli alunni delle scuole elementari del territorio iscritti al primo anno scolastico. La Città Metropolitana garantirà l’idoneità dei locali delle scuole individuate all’istallazione dei fontanelli, la cui installazione sarà facilitata da una stretta collaborazione con i tecnici delle ditte, e fornirà le risorse alle scuole per garantire la manutenzione degli stessi a partire dal terzo anno della loro messa in funzionamento.  

Menu