Arrivati dalla Cina a Firenze 42 ventilatori per emergenza sanitaria

L’attrezzatura sanitaria è stata acquistata da Fondazione CR Firenze, Toscana Aeroporti e Amici del Pronto Soccorso e sarà donata all’Azienda Usl Toscana Centro che la distribuirà negli ospedali del territorio

Sono arrivati a Firenze, provenienti dalla Cina, 42 ventilatori per far fronte all’emergenza sanitaria legata al coronavirus, che sono stati acquistati nella maggior parte (36) da Fondazione CR Firenze, da Toscana Aeroporti (3) e dall’associazione Amici del Pronto Soccorso con Amici di Firenze (3). Sono stati donati alla Usl Toscana Centro che li distribuirà nelle strutture ospedaliere del territorio. Un autoarticolato dell’ Alha è giunto alla dogana dell’ Aeroporto di Firenze e ad attenderlo, per l’espletamento delle pratiche doganali, c’erano il Sindaco di Firenze Dario Nardella, il Presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai, il Presidente della Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori accompagnato dal Direttore Gabriele Gori, il Direttore generale della Asl Toscana Centro Paolo Morello.

Questo materiale, del valore di circa un milione e mezzo di euro, è stato acquistato dalla Fondazione nell’ambito di uno stanziamento di 3,2 milioni di euro per combattere il coronavirus deliberato giorni fa dal Consiglio di Amministrazione e poi ratificato dal Comitato di Indirizzo. Nei prossimi giorni è attesa una terza spedizione di materiali tra cui 30.000 tute sanitarie, 100.000 kit per l’esame del sangue, 200.000 mascherine FP2, acquistate dalla Fondazione CR Firenze e dalla Regione Toscana, cui farà seguito altro materiale in arrivo la prossima settimana.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Menu