All’Elba soldati e incisioni napoleonici

Fino al 31 ottobre una mostra sull’epopea napoleonica ospitata al Teatro della Palazzina dei Mulini del Museo Nazionale delle Residenze Napoleoniche dell’Elba

È intitolata “Napoléon” la mostra a cura di Monica Guarraccino e Giuseppe Adduci, che vede esposte al Teatro della Palazzina dei Mulini del Museo Nazionale delle Residenze Napoleoniche dell’Elba due importanti collezioni ispirate all’epopea napoleonica: 500 soldatini della raccolta “Alberto Predieri” appartenente alla Fondazione CR Firenze e 41 incisioni della raccolta di Fondazione Livorno.

I primi fanno parte di una raccolta di 1700 esemplari, unica al mondo, riproducenti soggetti di un periodo storico che va dal XVIII secolo al Risorgimento Italiano, con particolare attenzione al periodo napoleonico. Il Professor Predieri, docente di diritto pubblico e grande esperto di economia, di storia e di storia dell’arte, aveva raccolto tutti questi pezzi durante tutta la sua vita e dopo la sua scomparsa, sono stati donati alla Fondazione CR Firenze perché li esponesse al pubblico.

Le incisioni, invece, sono prevalentemente di produzione italiana della prima metà del XIX e raccontano dai primi successi militari del giovane generale a Tolone nel 1793 fino all’esilio a Sant’Elena e alla morte il 5 maggio 1821.

Menu