Al via il secondo bando C.A.D – Condivisione Assistenza Domiciliare

Parte la prima fase di call for ideas per la presentazione di progetti per favorire la sperimentazione e modellizzazione di forme innovative di rete dei servizi integrati per l’assistenza domiciliare agli anziani. Da Fondazione CR Firenze: 300 mila euro di risorse disponibili

Favorire la sperimentazione e modellizzazione di forme innovative di rete dei servizi integrati per l’assistenza domiciliare agli anziani è lo scopo della seconda edizione del bando C.A.DCondivisione Assistenza Domiciliare. L’Italia è il secondo Paese al mondo ad essere stato colpito dall’emergenza sanitaria e, secondo numerosi studi, sono stati gli anziani la popolazione maggiormente colpita. L’impatto della pandemia ma anche gli aspetti demografici in generale, hanno spinto la fondazione a sollecitare un’innovazione nei modelli attualmente in uno di assistenza domiciliare. Fino al 15 novembre sarà possibile presentare idee progettuali, che sarà poi selezionate per l’accesso alla seconda fase del bando che riguarda la presentazione dei progetti veri e propri.

Il bando si rivolge alle organizzazioni del Terzo Settore, con esperienza triennale nella gestione e/o erogazione dei servizi di cura e assistenza domiciliare agli anziani, con sede nella Città Metropolitana di Firenze e nelle Province di Arezzo e Grosseto. Potranno essere presentati progetti per implementare azioni di cura in termini di innovazione e potenziamento del progetto di presa in carico e del nucleo familiare, implementare interventi per ridurre la condizione di solitudine e isolamento, introdurre le nuove tecnologie a supporto delle zioni di condivisione e monitoraggio della presa in carico e cura dell’anziano, e servizi di prossimità. Ma anche soluzioni di condivisione di servizi di badantato, qualificazione del lavoro privato di cura domiciliare, rafforzare azioni per favorire la permanenza o il ritorno delle persone anziane presso il proprio domicilio.

» Vai al Bando

Menu