Al via il restauro della monumentale Porta dei Cornacchini della Cattedrale di Firenze

Il cantiere, che terminerà entro la fine di dicembre, è stato reso possibile grazie al fondamentale contributo della Fondazione CR Firenze

Sono iniziati i lavori di montaggio del cantiere di restauro della trecentesca monumentale Porta dei Cornacchini, sul lato nord della Cattedrale di Firenze, che andranno avanti per due settimane. Il restauro, che terminerà entro la fine di dicembre 2021, è reso possibile dall’Opera di Santa Maria del Fiore con il fondamentale contributo della Fondazione CR Firenze e sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato.

Il lato nord della Cattedrale di Firenze, di cui la Porta dei Cornacchini fa parte, si presenta fortemente degradato negli elementi marmorei che lo rivestono. Fenomeni di degrado che interessano anche la Porta dei Cornacchini tra questi si osservano: notevoli depositi di sporco superficiale di varia natura; croste nere con sottostanti fenomeni di solfatazione presenti principalmente nelle zone non sottoposte al ruscellamento dell’acqua piovana e lavorate, come ad esempio le colonne, le mensole e i capitelli; parziale perdita di modellato nelle zone sottoposte al lavaggio dell’acqua piovana. La Porta dei Cornacchini il cui nome deriva da una famiglia proprietaria di alcune case nei pressi del primo tratto di via del Cocomero, l’attuale via Ricasoli, è conosciuta anche come Porta di Balla per la vicinanza all’antica porta cittadina sulla prima cerchia muraria di Firenze, attraverso cui transitano quotidianamente le balle di lana.

LEGGI TUTTO IL COMUNICATO STAMPA

Menu