Al via il Fondo per la Repubblica Digitale, online i primi due bandi

Il nuovo grande partenariato Pubblico-Privato, che coinvolge Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, Ministro dell’economia e delle finanze e Acri. Le prime iniziative per giovani donne e NEET

Sono usciti i primi due bandi del Fondo per la Repubblica Digitale, “Futura” e “Onlife”, dedicati ad accrescere le competenze digitali delle giovani donne e dei NEET. Il Fondo è una innovativa partnership tra il pubblico e il privato sociale: tra il Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale e il Ministro dell’economia e delle finanze da una parte e l’Acri, l’Associazione delle Fondazioni e delle Casse di risparmio dall’altra. Il Fondo ha come obiettivo l’aumento di quelle competenze fondamentali per completare la transizione digitale del Paese e per questo sosterrà progetti di reskilling e di upskilling digitale di persone ai margini del mercato del lavoro con un particolare focus su NEET, donne, disoccupati ed inattivi. Per cinque anni (fino al 2026) il Fondo stanzierà un totale di 350 milioni di euro, attraverso versamenti effettuati dalle Fondazioni di origine bancaria, tra cui Fondazione CR Firenze.

Il Fondo pone un forte accento sulla valutazione d’impatto dei progetti finanziati. La valutazione mira ad individuare quei progetti che si dimostreranno più efficaci ed efficienti nell’accrescimento delle competenze digitali e nell’occupazione effettiva dei beneficiari. I primi due bandi, FUTURA e ONLIFE, mettono a disposizione rispettivamente 5 e 8 milioni di euro per finanziare progetti di soggetti pubblici, privati senza scopo di lucro ed enti del terzo settore, in forma singola o in partnership. Il primo selezionerà progetti di formazione validi e innovativi per accrescere le competenze digitali delle donne dai 18 ai 50 anni per garantire migliori opportunità e condizioni di inserimento nel mondo del lavoro. Il secondo si concentrerà su progetti di formazione validi ed innovativi volti ad accrescere le competenze digitali dei NEET. 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI VISITA IL SITO WEB

Menu