Accoglienza invernale, test rapidi per i senza dimora

Grazie a Fondazione CR Firenze, il servizio sarà dotato di reperibilità infermieristica dalle 20 alle 24 che consentirà di svolgere test rapidi anti Covid-19 per coloro che accettano l’accoglienza in struttura

Il servizio di accoglienza invernale per i senza fissa dimora del Comune di Firenze sarà dotato per questo inverno, segnato dalla pandemia, di un nuovo servizio di reperibilità infermieristica dalle 20 alle 24, grazie al contributo della Fondazione CR Firenze. Questo prevede che, in caso di accettazione dell’accoglienza da parte di un senza dimora, un infermiere si rechi in strada per effettuare il test rapido per procedere poi, in caso di negatività, con l’accoglienza in struttura. L’iniziativa, che arriva dopo l’operazione dei testi rapidi nelle scuole è stata realizzata grazie alla sinergia fra Fondazione CR Firenze e Comune di Firenze.

Il servizio all’interno dell’accoglienza invernale sarà coordinato dal Coordinamento Toscano della Marginalità (CTM) che lo attiverà in collaborazione con le Unità di strada. Se il test rapido risulterà negativo l’utente entra in struttura, se invece risulterà positivo al senza dimora verrà fatto il tampone molecolare e sarà successivamente, alla conferma della positività, ospitato in albergo sanitario, come avviene per gli utenti ordinari delle strutture di accoglienza. Questo servizio si affianca al tradizionale servizio di accoglienza, gestita dalla Fondazione Onlus Caritas, che mette a disposizione 120 posti letto, che potranno arrivare fino a 150.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Menu