La FONDAZIONE CR FIRENZE festeggia i suoi 25 anni con la città

YouTube
Instagram

/fondazionecrfirenze

Storie vere di solidarietà e di speranza

Dedicata al mondo del Terzo settore, lo spettacolo racconterà, anche con la proiezione di brevi video, le storie di alcune delle principali associazioni che si occupano
di volontariato, portate in scena da giovani attori professionisti della
Scuola “Orazio Costa” del Teatro della Toscana.

Uno spettacolo con Neri Marcorè e Lucia Mascino

Dedicato ai più giovani per sensibilizzarli al tema della solidarietà,
la serata sarà presentata dalla formidabile coppia di attori.

7 associazioni per 7 storie

Abbiamo chiesto ad alcune delle associazioni sostenute dalla Fondazione che si occupano di volontariato, di raccontarci le loro storie: dalla disabilità fisica e psichica all’autismo, dalla violenza sulle donne al sostegno ai malati terminali, fino all’aiuto agli indigenti.

È uno spazio aperto a persone disabili e non, che promuove la cultura  dell’integrazione;
un’occasione di incontro e di conoscenza dell’handicap;
un “laboratorio” per sviluppare potenzialità, progetti, iniziative.


Un’associazione che garantisce assistenza a donne, bambine e bambini che hanno subito varie forme di violenza. Prende il suo nome dalla prima donna che denunciò e affrontò un processo per stupro, Artemisia Gentileschi, pittrice del ‘600.


Si occupa di persone con sindrome di Down e  del supporto alle loro famiglie. La sua missione è supportarle sia sul piano medico, che su quello sociale, oltre che sostenerle durante tutto il processo evolutivo, dalla nascita all’inserimento nella scuola e nel mondo del lavoro.


Nata nel 2003 per iniziativa di un gruppo di famiglie con figli autistici adolescenti o giovani adulti, ha come scopo quello di colmare il deficit di servizi dedicati a questa fascia di età e di garantirne una vita piena, dignitosa e indipendente.


L’Associazione opera da circa 30 anni nel campo del disagio giovanile, offrendo ai ragazzi e alle loro famiglie un luogo di ascolto e di crescita. Nel corso degli anni sono stati sviluppati percorsi innovativi con finalità preventiva, riabilitativa e formativa.

Con sede alla Stazione di Santa Maria Novella, si rivolge a tutte le persone in cerca di aiuto: indigenti, senza fissa dimora, immigrati, orfani, si identifica come in centro di sostegno immediato, di ascolto e di protezione alla persona.

Fin dal 2002 svolge il delicato compito di aiutare i malati gravi – oncologici e non – ad affrontare con dignità l’ultimo periodo della vita, affiancando anche le famiglie nel difficile percorso di elaborazione della perdita.

Informazioni

pubblico@teatrodellapergola.com
www.teatrodellapergola.com/9novembre

Evento ad ingresso libero solo su prenotazione
e fino ad esaurimento dei posti disponibili

Partner

Menu